Se ti stai chiedendo quali siano le migliori opportunità di business nel 2024, in questo articolo cercherò di spiegarti in modo semplice – e senza frasi altisonanti – quali siano le vere opportunità in cui ha davvero senso investire e aprire un’attività nel 2024.

business recovery plan, business recovery planning, aprire un'attività, come fare il business plan, business plan, start up, attività da aprire nel 2024, come avviare un'attività, come avviare un business online, come aprire un negozio, come aprire un'azienda.

Prima di iniziare, è importante fare una premessa sulle attività del momento:

Sebbene ci siano mercati che hanno business trend in crescita, è importante non cadere nella trappola del “business alla moda del momento”.

Pensa a coloro che hanno provato a:

  • Aprire un negozio di sigarette elettroniche,
  • Aprire un negozio di patatine fritte,
  • Aprire un’attività basata sulla bava di lumaca,
  • Oppure coloro che hanno iniziato a vendere formazione online durante il Covid.

Molte di queste attività hanno fallito o stanno per fallire.

Perché?

Perché sono tendenze del momento e non business trend.

Ebbene…

Certamente queste non sono un’attività che dovresti considerare quando stai cercando idee per aprire un’attività innovativa che ti può far guadagnare un sacco di soldi e vivere secondo le tue regole.

Quando una tendenza del momento diventa popolare, tutti si precipitano a saltare in quell’attività.

Un po’ come è successo con il Bitcoin – o con l’attività di formazione.

Ciò ovviamente porta a un aumento dell’offerta, che quasi sempre finisce per superare la domanda…

Soprattutto se si tratta di aprire un’attività che chiunque può fare semplicemente trovando i soldi per farlo, come è successo nel caso delle patatine fritte e delle sigarette elettroniche.

Inoltre, i costi di ingresso in queste attività sono spesso anche “molto bassi”…

Quindi è facile per chiunque aprire un’attività del genere, il che inevitabilmente porta a guerre dei prezzi bassi che tu, caro piccolo imprenditore, puoi solo perdere… 

A meno che tu non sia il figlio di miliardari e abbia soldi da buttare.

E poi diciamocelo.

Come si fa a farsi notare e distinguersi… con delle patatine o delle sigarette elettroniche?

Se da un lato aprire un’azienda può davvero arricchirti e renderti LIBERO da qualsiasi catena,…

Dall’altro, il mercato è spietato e solo coloro che sanno come aprire un’attività innovativa possono farcela.

E se ti stai chiedendo specificamente perché le mode passeggere di cui ti ho parlato prima sono esplose, ma poco soprattutto perchè poco dopo sono IMPLOSE

Beh, ora lo vediamo!

Chi ha provato ad aprire un’attività di formazione online ha avuto una delle attività più popolari durante il Covid.

Tuttavia, dopo la fine della pandemia, la domanda di istruzione online è diminuita drasticamente.

Inoltre, dall’altra parte, l’offerta di corsi online è aumentata drasticamente, con molti corsi gratuiti o a prezzi stracciati.

Ciò – combinato con l’offerta crescente di pirateria – ha devastato il mercato, dove 

– con tutti i problemi sopradescritti- 

SOLO i migliori e i più motivati stanno sopravvivendo, ma non stanno assolutamente attraversando il momento migliore della loro carriera.

Perchè NON Aprire un’attività a base di bava di lumaca: la bava di lumaca è stata pubblicizzata come un “elisir di bellezza” che curava tutto, dall’acne alle rughe.

Tuttavia, studi scientifici hanno dimostrato che la bava di lumaca non ha effetti miracolosi.

Inoltre, il mercato dei prodotti a base di bava di lumaca è diventato molto saturo, con prodotti di scarsa qualità venduti a prezzi alti. 

In breve, la bolla è scoppiata…

Perchè NON Aprire un negozio di sigarette elettroniche: le sigarette elettroniche sono state pubblicizzate come un’alternativa più salutare alle sigarette tradizionali.

Tuttavia, studi scientifici hanno dimostrato che le sigarette elettroniche non sono completamente sicure.

Inoltre, il mercato delle sigarette elettroniche è diventato molto competitivo, con prezzi in calo, offerte aggressive e l’aggiunta di tasse anche…

Che hanno complicato l’attività delle sigarette elettroniche, rendendola poco redditizia (come era prevedibile per un imprenditore esperto).

E non dimenticare…

Che, come accennato in precedenza, è un’attività che chiunque può fare e magari anche con pochi soldi…

È un’attività pericolosa, perché non hai un vero valore, un vero plus per il mercato che ti rende solido nel tempo.

Anche una persona 10 volte meno intelligente e originale di te può farlo e non ci sarà alcuna differenza di qualità per il cliente, quindi evitalo.

E ora torniamo alla vera domanda che ti sta a cuore…

Quali sono le vere opportunità di business nel 2024 e quale attività dovresti aprire per guadagnare i soldi di cui hai bisogno per vivere secondo le tue regole?

Le vere opportunità di business sono quelle che soddisfano un reale bisogno delle persone.

So che ti stavi aspettando la lista delle migliori attività da aprire nel 2024, o delle 10 attività da aprire nel 2024

E anche se tra poco cercherò di darti le idee per aprire un’attività innovativa che ti serve per iniziare…

La verità è che la vera innovazione è capire cosa il mercato sta cercando silenziosamente o rumorosamente.

Un po’ come ha fatto Elena…

Una ragazza che, nonostante abbia lavorato in banca per 20 anni, ha impiegato un po’ di tempo a capire come ottenere un prestito SENZA garante.

Infatti, mentre è vero che gli istituti di credito sono diventati sicuramente molto selettivi…

D’altra parte, è altrettanto vero che tutto il loro lavoro è basato sul prestarti denaro.

Solo che per prestarti i soldi, hanno bisogno di avere delle PROVE che tu potrai ridargli quei soldi.

E quando Elena – grazie al nostro processo proprietario e alla nostra conoscenza del business internazionale – ha affinato la conoscenza dei problemi, dei desideri e delle necessità…

Di quelli che sarebbero poi stati i suoi clienti, ha ricevuto il finanziamento di cui aveva bisogno senza dover coinvolgere i genitori come garanti…

Aprendo due istituti di bellezza.

Basta rispondere a esigenze, bisogni e problemi, molto più semplici e non devi per forza aprire un’attività talmente innovativa che cambia le abitudini di consumo del mondo intero.

Però bada…

Nemmeno puoi pensare di capire quale attività aprire nel 2024, semplicemente seguendo le mode del momento e copiando o facendo una cosa che può fare qualsiasi (passami il termine) scemo che ha due soldi da investire.

Sì, sia che tu sia lì a dirti nella testa

 “vorrei aprire un’attività ma non so cosa scegliere”  

Sia che tu pensi di avere le idee un po’ più chiare, hai comunque bisogno di un sistema originale e innovativo, per scegliere che cosa aprire in base a:

  • CHI SEI TU;
  • Che cosa sei portato a fare;
  • E i bisogni,  le esigenze e i problemi del mercato che le altre aziende stanno lasciando completamente, o parzialmente, irrisolti. 

Non è necessario che tu LO SAPPIA già fare.

Un po’ come Giambattista, un nostro cliente che voleva aprire un business online partendo da zero senza sapere nulla di tecnologia.

Eppure, capendo cosa desiderava il mercato, ha creato una realtà da decine di migliaia di euro al mese – con profitti superiori allo stipendio di un direttore di una grossa filiale di banca. 

Qui sotto vedi la video testimonianza.

Giambattista non ha voluto dire che cosa abbiamo fatto insieme, per evitare che gli copino non tanto il prodotto…

Ma il processo di acquisizione clienti.

Tu sapresti aprire un’azienda in un settore di cui sai poco o meno di nulla?

Probabilmente ti sei fermato a pensarci…

E anche se vuoi guadagnare soldi “SOLO” nella misura di uno stipendio da 3000/5000€ al mese – e non hai minimamente ambizioni milionarie…

Questo mica significa che dovresti aprire un’azienda a base di bava di lumaca – o seguendo le mode passeggere come la formazione online.

Ho capito Andrew, ma allora che cosa si può aprire nel 2024 SENZA investire una fortuna ? Ed è meglio aprire un business online o aprire un negozio o un’azienda fisica?


Prima di vedere quali sono i business migliori da aprire nel 2024, è importante capire a monte se si preferisce aprire un’attività senza sede fisica o con sede fisica.

E anzi…

Ora dico anche una cosa che farà incazzare i più sciocchi tra chi pensava di aprire una pizzeria, o ad aprire un capannone

Oltre a fare uscire il fumo dal naso a chi pensa che le banche non prestino soldi e che non si possa aprire un negozio o un’altra attività fisica, partendo con poche migliaia di euro…

Qualsiasi sia la tua situazione di partenza, PUOI preferire un business online o un business fisico e puoi anche orientarti su quello che ti piace di più (a patto che tu abbia un quoziente di intelligenza da normo dotato).

Non ti serve essere un genio.

E poi… tanto se ti metti a fare un lavoro che ti fa schifo, sei destinato a lasciarlo e ad essere infelice e incazzato per tutto il tempo in cui lo farai.

Pensi che sia diverso quando l’azienda è tua?

Nossignore…

Ora, lungi da me dal dire che tu debba “lavorare con le tue passioni”, ma devi “piegarti” ad aprire un business online solo perchè magari hai pochi soldi, o rinunciare ad avere un business online solo perchè magari fai le pizze.

La mia prima attività è stata una pasticceria ad esempio.

Mi è venuta l’idea di aprire un negozio quando era appena scoppiata la bolla immobiliare, cosa che aveva fatto chiudere alle banche i rubinetti dei prestiti…

Eppure, con la mia liquidazione da meno di 20.000€, uniti all’esperienza di altri imprenditori esperti…

Ho imparato a preparare un piano industriale che magari era anche meno evoluto di quello che oggi noi facciamo  con i clienti che hanno magari soltanto 5000€ o 10.000€ per aprire un’attività

 – e grazie a questo, sono riuscito ad ottenere il finanziamento di cui avevo bisogno -e senza avere un garante-.

Se non sai cosa sia un piano industriale, è un documento più evoluto e semplice da capire rispetto ad un business plan, che i commercialisti non hanno idea di come preparare.

Ed è proprio grazie a questo piano d’azione pratico e basato sulla conoscenza dell’imprenditoria, che io e i nostri clienti, siamo riusciti ad aprire un’attività di successo, anche con piccoli budget di partenza.

E nel mio caso, non mi sono nemmeno fermato alla prima attività.

Qualche anno più tardi…

Quando ancora dell’ecommerce in Italia si sapeva poco cosa (2014/2015)

Ho provato ad aprire uno shop online e sono di fatto riuscito a rendere digitale il mio business di pasticceria, raggiungendo picchi mensili da 80.000€ di volume d’affari.

Se avessi voluto, avrei potuto smettere di fare il commerciante su strada e delegare la produzione di dolci, per occuparmi solamente della vendita, diventando di fatto un imprenditore digitale… con i panettoni e i dolci d’alta pasticceria.

E se sei scettico dai, fallo…

Dimmi che con quello che sai fare o che con l’attività che vorresti aprire tu… NON si può trasformare il business da fisico a digitale.

Scrivilo nei commenti se lo hai pensato – e ti dimostro che al contrario, se vuoi che il tuo business sia liquido, è possibile renderlo liquido anche nel tuo caso. Avanti…

E lo stesso vale anche per il budget, sia chiaro.

Se pensi sia impossibile aprire un negozio o aprire un business per mancanza di fondi…

Qui puoi chiedere nei commenti le testimonianze e i casi di studio di persone che hanno trovato anche grazie a me e al mio team, la liquidità che gli serviva per aprire un’azienda fisica – come quelle che hai già visto sopra.

Ancora una volta… 

Diventare imprenditore PRIMA ti richiede di imparare a risolvere i problemi, esaudire desideri e capire i bisogni del mercato.

Solo DOPO aver fatto ciò, il mercato ti premia facendoti guadagnare i soldi che ti servono per avere la libertà che brami per poter vivere seguendo solo le tue regole.

Spero che a questo punto tu ti sia concesso almeno il beneficio del dubbio e che tu abbia capito che PUOI SCEGLIERE.

Anzi…

Devi scegliere che business risuona di più con te e con come sei fatto. 

Hai solo l’imbarazzo della scelta..

E se ti senti sconfortato perchè magari nonostante tu possa scegliere ma ancora non sai cosa decidere: tranquillo.

Abbiamo una metodologia specifica e dei professionisti dedicati, che sanno quali sono le leve per guidarti fino a farti trovare quali sono gli elementi che ti muovono e ti emozionano davvero…

Per poi addestrarti nel loro utilizzo acquisendo finalmente la convinzione che adesso magari ti manca e che ti serve per decidere COSA scegliere.

Una volta che hai fatto questo e hai deciso se vuoi aprire un business online, o se preferisci aprire un negozio

Allora possiamo incominciare a parlare di quale attività aprire nel 2024.

Ma bada…

Se vuoi avviare un’attività – o stai cercando di aprire un’azienda, ricordati che PRIMA devi trovare e TESTARE:

  • I desideri;
  • I bisogni;
  • E le esigenze del mercato.

Solo successivamente ad aver fatto queste 3 cose, puoi pensare a…

Le attività da aprire nel 2024 e … “come faccio a pagare poche tasse -e a proteggere la mia casa e il mio patrimonio-“?


Noi italiani siamo abituati a fasciarci la testa prima di essercela rotta…

Che per carità è un bene.

Ma solo ed esclusivamente se questa cosa non ti immobilizza e soltanto se dopo esserti preoccupato dei peggiori scenari e di cosa succede se FATTURI “troppo”, incominci anche a OCCUPARTENE.

Altrimenti stai facendo il fagiano sfigato e ti stai raccontando delle balle per paura di non essere all’altezza.

Il che sarebbe lecito… 

Solo che finchè non ammetti di avere paura, non agirai mai NONOSTANTE la paura.

 Tutti ne abbiamo, anche io… e persino quelli che fanno gli imprenditori invincibili ne hanno, la differenza sta solo nell’agire nonostante le paure o meno.

Ad ogni modo, entriamo nel dettaglio di che cosa aprire nel 2024 

-e poi parliamo anche delle tasse, di come armonizzare il carico fiscale, come difendere il tuo patrimonio e di quale forma giuridica utilizzare per proteggere casa tua e le tue proprietà-..

Devi sapere che -anche se ora ti sto per fornire una bella panoramica di cosa aprire nel 2024– per essere estremamente dettagliato e dirti esattamente cosa potresti aprire tu, dovrei conoscere:

  1. Chi sei tu;
  2. Le tue capacità di investimento;
  3. Le tue attitudini;
  4. I tuoi valori personali;
  5. Il contesto in cui operi o vuoi operare (la tua città, il tuo paese, ecc…);
  6. E i problemi, i desideri e le esigenze irrisolte che ci sono nel tuo contesto;
  7. E chi sono i competitors che ci sono in quel contesto…

Più un’altra serie di minuzie, che però fanno tutta la differenza del mondo, quando vuoi aprire un’attività e vuoi farlo evitandoti gli errori comuni italiani, che portano più di un terzo delle attività a chiudere nei primi 3 anni di attività.

Alòr…

  • Prima facciamo una carrellata di vantaggi e svantaggi di un business online;
  • Poi facciamo la stessa cosa per chi vuole aprire un negozio o un’attività fisica;
  • Ed infine vediamo che cosa aprire nel 2024.
    Attività SENZA sede fisica.

Devi sapere che le attività senza sede fisica, come l’e-commerce, i corsi online, i servizi di consulenza online, hanno questi vantaggi.

Costi iniziali (apparentemente) più bassi: non è necessario affittare uno spazio fisico, quindi i costi iniziali sono TENDENZIALMENTE (ma non sempre) più bassi.

Accessibilità globale: i prodotti e i servizi possono essere venduti a un pubblico “globale” (ma con la concorrenza che c’è oggi bisogna anche essere preparati a farlo).


Flessibilità: è possibile lavorare da qualsiasi luogo e (se sei organizzato bene con lo staff) in qualsiasi momento. 

Dico se sei organizzato bene con lo staff, perchè ormai oggi le persone dagli e commerce si aspettano un’assistenza pari e anche superiore a quella di un negozio, tienilo presente… 

Perchè se provi ad aprire un ecommerce senza considerare questo aspetto, ti perderai tutti i clienti -o una gran parte dei clienti- dopo il primo acquisto, rendendo poco sostenibile il business sul lungo periodo.

E veniamo adesso ai VERI svantaggi di aprire un business online:

Concorrenza più alta: ci sono molti altri imprenditori che operano online, quindi la concorrenza è più alta. In un mercato “Globale” puoi vendere al mondo… ma… 

Componenti anche con il mondo, il che non è esattamente come competere con il baretto di Peppino, o la pizzeria di Jerry (nomi inventati a caso).


Difficoltà di fidelizzazione dei clienti: è più difficile costruire relazioni con i clienti online. Perchè? Perchè c’è una…


Mancanza di contatto umano: può essere difficile costruire rapporti di fiducia con i clienti senza un contatto umano. 

Anche se oggi le persone sono abituate ad acquistare online, la mancanza di una vera relazione che ti permette di fidelizzare il cliente, è da sempre l’elefante nella stanza dei business online. 

Non per nulla, chi ha un business digitale, molto spesso cerca di creare anche dei ritrovi e dei momenti fisici, per farsi conoscere e apprezzare come persone dai suoi clienti e dal suo pubblico. 

Ed ora per chi vuole aprire un business fisico come i negozi, i ristoranti, i saloni di bellezza, che spesso sottovalutati, ma hanno che invece hanno questi vantaggi:

Possibilità di costruire relazioni con i clienti faccia a faccia: è più facile costruire relazioni con i clienti e fidelizzarli. 

Mi sembra ovvio… come è altrettanto ovvio che, come dicevo in precedenza, tu debba essere predisposto alla cosa -o avere qualcuno che condivide con te il progetto che è predisposto a farlo anche per te-.

 Altrimenti anche se sai fare le pizze… per piacere, lo dico per il tuo bene, fai altro prima di finire per darle in faccia ai clienti le pizze, anzichè metterle nei piatti. 

Avere a che fare con i clienti è stupendo, ma solo se sei una persona paziente e sai come farlo. 

Quelle attività dove c’è il pizzaiolo o lo chef mestruato, non raggiungono quasi mai il vero successo imprenditoriale, magari lavorano… ma non rendono davvero come potrebbero.


Maggiore fiducia: i clienti possono vedere i prodotti e chi lavora sui servizi prima di acquistarli. 

E bada… se vai a cena fuori, il prodotto non è il cibo, ma è il ristorante nel suo insieme, ad esempio. 

Il cliente può vedere che esisti, “toccarti con mano”, ed è più facile vendere prodotti che costano molto,  come case, piscine, macchine, ecc…


Possibilità di offrire un’esperienza migliore ai clienti: è possibile offrire un’esperienza di acquisto o di servizio più coinvolgente,  che… svelato il segreto di pulcinella… è quello che rende solida la relazione col cliente e di conseguenza SOLIDO il tuo business. 


Tuttavia, ovviamente, ci sono anche alcuni svantaggi da considerare… e si sentono.

Costi iniziali più alti (anche se non è sempre detto): è necessario affittare uno spazio fisico e spesso avere dei dipendenti a stipendio. 

Questi sono quelli che in gergo tecnico si chiamano “costi fissi”… ossia tutti quei costi che paghi indipendentemente dal fatto che tu incassi e incassi con dei margini attaccati, o meno. 

Spesso i costi fissi sono una vera spada di Damocle… 

Soprattutto se stai a sentire “gli esperti di settore” che ti incitano a comprare i macchinari e le attrezzature nuove e dei marchi più costosi, anche se sei alla prima esperienza e anche hai poco budget

(grandissima -altro termine tecnico- puttanata – ascolta lo zio Andrew)

– quando le cose su cui devi investire e a cui devi pensare all’inizio sono i clienti e cosa gli serve.


Limitazione geografica: l’attività è limitata a una specifica area geografica. 

Anche se devo dirti in tutta sincerità che, spesso, è meglio avere la limitazione geografica quando sei alla prima esperienza imprenditoriale 

-e che anche con un business liquido sarebbe da considerare l’opzione di restringere l’area geografica quando parti- 

questo sul lungo periodo rende “difficile” la crescita, soprattutto se hai ambizioni milionarie. 

Chiaramente il discorso cambia se vuoi guadagnare SOLO 10.ooo€ al mese o meno.

In questo caso la limitazione geografica per te probabilmente è una limitazione solo nel caso ci siano problemi tipo la pandemia che ti impediscono di lavorare 

– O nel caso in cui tu dovessi avere altri problemi come ad esempio controversie con le autorità locali. 

Altrimenti il problema non sussiste.

Anzi, spesso è più facile fare quelle cifre con un business geolocalizzato.

Necessità di un’apertura al pubblico: è necessario essere disponibili al pubblico in determinati orari. 

Cosa che sinceramente succede anche con l’ecommerce e problema che comunque può essere mitigato, a volte addirittura azzerato, con il tempo e investendo sul personale. 

Certo… 

Se sei egomaniaco ed egocentrico come un po’ lo sono io, avrai bisogno di “smussare gli angoli”, però con un po’ di pazienza, puoi delegare anche un’attività fisica 

(in qualsiasi settore) 

E smarcarti dal problema “orari di assistenza”.

Ed in infine…

Rullo di tamburi…

Vediamo anche quali attività aprire nel 2024 per guadagnare soldi e vivere secondo le tue regole.

Come vedi, non esiste una risposta giusta o sbagliata quando si tratta di scegliere tra un’attività senza sede fisica o con sede fisica.

La scelta del business migliore dipende da una serie di fattori, tra cui le proprie competenze, la propria personalità e le proprie attitudini.

È importante sottolineare che c’è spazio in entrambe le direzioni, per chi ha una vera procedura dettagliata per individuare con precisione chirurgica i bisogni, le esigenze e i problemi irrisolti che ci sono nel mercato – come quella che mettiamo a disposizione dei clienti che abbiamo affiancato per aprire negozi e avviare business online.

Se sei in grado di identificare un bisogno reale e soddisfare quel bisogno in modo innovativo, puoi avere successo sia con un’attività senza sede fisica che con un’attività con sede fisica.

Per farti degli esempi sintetici di cosa aprire nel 2023 e di quali business rappresentano vere opportunità oggi in maniera sintetica, puoi pensare di aprire attività legate a:

Servizi alla persona: i servizi alla persona, come la cura degli anziani e dei bambini, la pulizia della casa, la riparazione di elettrodomestici, sono sempre un ottimo mercato perchè c’è sempre un pubblico che ha bisogni, esigenze e problemi da risolvere. 

La sfida è capire come differenziarti e in che modo DIFFERENZIARTI in una maniera che LORO PERCEPISCANO come rilevante

Nota bene: ho sottolineato in rosso per una ragione e penso si capisca qual è, vero?

 La parte fondamentale è che PER loro sia rilevante la tua differenziazione. 

Solo per estrarre dal mercato potenziali bisogni, desideri, ed esigenze su cui poi valutare come differenziare te e la tua attività, noi che lo facciamo di lavoro, ci dedichiamo 2 o 3 settimane a 6 mani. 

Non voglio demoralizzarti… 

Voglio solo che tu comprenda che fare le cose da PROfessionista costa impegno e che il successo di una start up è bel lontano dalla “botta di culo”. 

Tecnologia: la tecnologia è in continua evoluzione e crea nuove opportunità di business. 

Dall’Intelligenza artificiale, alla cyber security…  fino alle applicazioni web, i siti, le estensioni per i motori di ricerca e il gaming… 

Insomma, ce n’è per TUTTI, anche per te, ma solo se comprendi i bisogni, le esigenze e i desideri REALI del mercato (non quelli che dicono di avere, quelli per cui sono disposti a metterci la grana).

Un po’ come abbiamo fatto con questo imprenditore che stava provando ad aprire una start up in ambito per insegnare la sua esperienza come architetto software, che è passato da 500€ a 50.000€ al mese nel giro di due mesi.

Come?

Usando la nostra metodologia per capire cosa desiderano, che esigenze e quali e desideri muovono i tuoi clienti.

Puoi accedere al sistema su questa pagina.

Economia verde: campi come l’Energia rinnovabile, la mobilità sostenibile e l’edilizia sostenibile, negli ultimi 15/20 anni hanno letteralmente cambiato il mondo. 

Questa è la differenza tra un trend e una moda. 

Un trend di mercato è qualcosa che ha una statistica crescente e che ci si può aspettare ragionevolmente che continui a crescere… 

Una moda passeggera come la bava di lumaca, le sigarette elettroniche, le crypsssto ponzate e i negozi di patatine fritte invece no. 

Quelli sono un business di (altro termine tecnico) merda. 

Per chi è alle prime armi come imprenditore e si è da poco approcciato all’imprenditoria, non è sempre facile riconoscere qual ‘è un buon trend, e cosa invece è una schifosissima moda passeggera. 

Per questo quando si vuole fare start up e si è alla ricerca di un business, avere al proprio fianco dei professionisti come noi, può farti risparmiare un sacco di soldi e soprattutto evitare che tu rischi di incendiare i tuoi risparmi

-o i soldi che ti hanno prestato-

per stare dietro a qualche cugino, qualche schema ponzi crypsssto, qualche moda passeggera, o promessa di guadagno facile.

Per carità… fare imprenditoria non è certamente come andare a lavorare in miniera; è divertente, emozionante, entusiasmante…  

Ma richiede voglia di fare, impegno e passione (non per quel che fai, ma per quel che vuoi raggiungere prima di tutto, altrimenti rischi di rimanere fregato).


Per concludere, mi raccomando, al contrario delle chiacchiere da bar e di quello che, ahimè, a volte dicono anche possessori di partita iva che si spacciano per imprenditori – quando invece imprenditori non sono – che…

Le tasse sono un problema SOLO SE TI MANCA un pubblico da soddisfare che è dispsto a spendere dei soldi con te.

Una delle preoccupazioni più comuni di chi vuole aprire un’attività è quella delle tasse come dicevamo prima.

Lo so che probabilmente almeno una volta un leggero timore di quante tasse pagherai come imprenditore, lo hai avuto.

Molti “imprenditori” o ex “imprenditori” che non hanno MAI capito cosa conta davvero

(avere un pubblico con tanti bisogni, esigenze e desideri, che è disposto a pagarti per risolversi)

si lamentano delle tasse, proprio perchè non avendo mai imparato davvero a comprendere cosa spinge le persone a pagare anche un prezzo alto, si lamentano e terrorizzano chi sta pensando di aprire un’attività con la manfrina delle tasse…

Quando nella realtà avviare un business ti permette di guadagnare quanto di pare e vivere secondo le tue regole, a patto che appunto segui il mercato e non le mode passeggere.

E bada, non lo nego…

È vero, in Italia la tassazione è piuttosto elevata, ma non è un problema insormontabile.

L’importante è avere un pubblico di persone con esigenze, bisogni e problemi che sono disposte a pagarti bene per risolverli ed esaudirli.

Se hai un pubblico che è disposto a pagare bene per i tuoi prodotti o servizi, allora le tasse saranno un problema relativamente piccolo.

In Italia, le forme fiscali più comuni per le piccole imprese sono la ditta individuale e la società a responsabilità limitata.

La ditta individuale è la forma più semplice, ma offre una protezione schifosa o nulla al titolare.

Quello che invece devi fare, se sarai costretto ad aprire in Italia, sarà La società a responsabilità limitata.

No SNC (società in nome collettivo).

No associazioni, NO ALTRE forme giuridiche.

Perchè?

Perchè, offre una protezione maggiore al titolare (ossia TU), in quanto i tuoi beni personali sono separati da quelli dell’azienda. 

E per piacere… non me la menare con la manfrina che “c’ha tutto intestato tua moglie, mamma, marito, fratello, sorella”… O che “tanto tu sei nullatenente”. 

Dai porca puzzola. 

Non stiamo parlando di fare business anche e soprattutto per renderti una persona libera, che quindi si costruisce anche un bel patrimonio grazie alla sua azienda.

Non esiste avere un’altra forma giuridica.

Solo SRL.

Se non hai i soldi per la SRL, puoi pensare di fare un BREVE periodo di transizione. 

Ma in linea di massima entro 12/18 mesi la tua azienda deve tassativamente essere una SRL

E sono stato largo…

Oltre a proteggerti, una SRL ti da accesso anche ad alcuni vantaggi fiscali, che possono aiutarti a crescere in maniera più solida, per poi ottenere tutto quello che desideri dalla vita, per te e per le persone che ti stanno intorno.

E non è tutto… 

Fare l’imprenditore è uno sport meraviglioso, perchè….

Nonostante sia altamente stressogeno (bisogna dirlo) -e non ho detto stressante… ho detto stressogeno, ossia che ti mette alla prova, tu puoi anche imparare a reagire con estrema calma e quiete…

Per alcune attività, è anche possibile aprire un’azienda all’estero e beneficiare di un sistema fiscale più snello e vantaggioso.

Ad esempio, per chi vuole aprire un e-commerce, è possibile aprire un’azienda (LEGALMENTE) in un paradiso fiscale e vendere i prodotti ai clienti italiani senza pagare le tasse italiane.

Un po’ come abbiamo fatto con questo imprenditore, che grazie al nostro servizio di “Anaconda Fiscale” ha letteralmente strozzato le tasse e le ha mandate a zero.

In conclusione, le tasse sono un problema solo se non hai un pubblico pieno di desideri, bisogno e problemi, che sei in grado di servire facendoti pagare bene.

Se hai un pubblico così, le tasse, per quanto ingiuste, si pagano da sole e ti rimangono comunque tanti bei verdoni in tasca.

Pensa a quanto potresti guadagnare se potessi offrire un prodotto o un servizio che risolve un problema reale di molte persone… decine, centinaia di migliaia di euro l’anno? Milioni? In alcuni casi e con il giusto tempo, forse anche miliardi?

Tutto parte da un primo passo…

E spero per te, che tu non sia uno di quei fagiani che il primo passo lo fanno con:

  • Il cuggino;
  • L’avvocato di paese;
  • Il commercialista dell’amico che non batte gli scontini nemmeno sotto tortura;
  • O facendoti le cose da solo (da CATTIVO artigiano italiano) finendo per spendere molti più soldi, quando invece potresti risparmiare una fortuna (in denaro e in salute mentale) facendoti seguire da un team di esperti come il nostro -se sei qualificato per essere seguito da noi-. 

Un team che ha lavorato con i principali brand della moda come 

  • Armani, 
  • Azimut, 
  • Dolce e Gabbana, 
  • Chelsea, 
  • Manchester United, 
  • Dior, 
  • Louis Vuitton e molti altri.

Lo stesso team in cui opero io che mi sono sbattuto per farti avere tutte queste informazioni gratuite, che ho raccolto in anni di esperienza sul campo con aziende prima mie e con quelle dei nostri clienti, come un ecommerce che ha avuto picchi da oltre 80.000€ al mese, quando ancora di e commerce in Italia non si parlava.

Gruppo che ti porta l’esperienza sul mercato italiano, spagnolo, americano e portoghese, dove vivo ora.

Squadra che mette a tua disposizione gli attrezzi più all’avanguardia in ambito di start up, che noi abbiamo in esclusiva grazie ai nostri partner americani e che pre mastichiamo per te, in modo che si adattino al mercato in lingua italiana, il quale come potrai immaginare è differente da quello statunitense.

E che prendere tutta questa esperienza e questo know how e lo utilizza su di te, per farti trovare la giusta attività da aprire nel 2024, e ti segue passo-passo per farti evitare i tipici errori italiani.

Insomma, sarebbe da vero fagiano (o da vera fagiana) lasciare questa pagina senza scaricare la video guida gratuita che ho preparato per te, in cui scopri anche quali sono i principali errori italiani, che commettono la maggioranza delle imprese che poi chiudono nei primi 5 anni di attività – e qual è invece lo schema di gioco che seguono tutte le aziende di successo.

Oltre ad avere la video guida gratuita, mettiamo a tua disposizione anche una prima consulenza gratuita se sei fortunato e trovi posto.

É senza impegno se la trovi disponibile e sempre se la trovi disponibile, avrai accesso ad un ulteriore risorsa gratuita che scoprirai solo dopo aver agendato il tuo appuntamento con noi.

In ogni caso ti faccio i miei migliori auguri per le tue future avventure imprenditoriali.

Vinci la paura lottando con tutto il coraggio che hai in corpo.

Diventa imprenditore.

Impegnati ad aprire un’azienda.

Ottieni tutto ciò che hai sempre desiderato e forse anche di più. 

La strada di questo percorso incomincia imparando le competenze fondamentali dell’imprenditore che trovi nel mio libro “Che Cavolo Capro?” su questa pagina con tanto di spedizione regalata!

Se sei avido o hai paura a investire poche decine di euro, scarica il primo capitolo del libro qui in basso…

Andrew

Esperto di start up in bootstrapping numero 1 in Italia


Autore di:

Il Vangelo del Community Marketing

Che cavolo Apro

E alti

Asmatico leader della community Che Cavolo Apro (vieni a sbirciare qui su Facebook)

Ideatore del sistema di Community Marketing originale #1

“Architetto” dietro la creazione di C.Plan Atomico – la tua cassetta degli attrezzi fatta su misura per te, la tua città, il tuo settore e il tuo business, per fare esplodere il tuo conto corrente a causa degli eccessivi incassi

Inventore del Direttore Clienti – Il TUO dirigente semi-automatizzato per educare i TUOI clienti ad eseguire ordini e a comprare mettendosi sull’attenti ad ogni tuo comando