Molti pensano che il business plan sia uno strumento fondamentale per aprire una nuova attività – o per lo sviluppo di un’azienda esistente.

Recentemente analizzando i dati ISTAT ho scoperto che l’Italia (al contrario di quel che dicono i giornali) è in costante crescita del 3% l’anno da 10 anni e che le famiglie italiane risparmiano e spendono sempre di più… 

Il dato ancora più interessante, è che post covid l’economia italiana sta galoppando sempre più veloce, con incrementi superiori a quelli degli anni precedenti, come puoi vedere dall’immagine qui sotto, da cui evince che il PIL Italiano è cresciuto di più rispetto a quello di Francia e Germania, attestandosi al primo posto per la crescita in Europa davanti a tutti.

Business plan esempio business plan modello business plan hotel business plan ristorante business plan centro estetico business plan azienda agricola

Non solo…

Perchè anche la propensione al risparmio è cresciuta…

Con una patrimonializzazione delle famiglie italiane che da diversi anni segue un trend crescente, insieme al commercio estero che solo lo scorso anno è cresciuto di quasi il +25% e che segue anche lui un trend crescente da diversi anni.

Eppure, anche se le famiglie italiane hanno una capacità di spesa sempre più alta e persino se l’economia italiana

-al contrario di quel che dicono televisioni e mass media-

È in piena crescita ed espansione da più di un decennio (tolto l’anno del covid), come puoi vedere dal grafico qui sotto…

 

Più del 96% delle aziende italiane chiudono prima del decimo anno, anche se hanno avuto il classico esempio di business plan (molte di queste chiudono addirittura prima del terzo anno con l’economia in crescita).

Ora…

Leggendo tra le righe…

Capirai (o almeno spero tu lo capisca) che se come la maggioranza delle persone …

Pensi sia davvero necessario rivolgersi ad un commercialista e avere un esempio di business plan per aprire un’attività di successo – o per sviluppare un’azienda esistente stai andando nella direzione della maggioranza che chiude in oltre il 96% dei casi entro il decimo anno (spesso prima del terzo anno) ?!??

D’altronde…

Se fosse giusto chiedere al commercialista ed usare un modello di business plan da università in business e administration…

In un’economia in crescita da oltre 10 anni (escluso un anno di covid) come la nostra, la maggioranza delle attività prospererebbero, invece, chiudono quasi tutte… come mai?

ALT!

Se il problema fossero le tasse alte…

Se il problema fosse la guerra…

Se il problema fosse qualcosa che adesso stai pensando tu…

Il mercato non sarebbe in crescita.

I consumi sarebbero in contrazione IN TUTTI i settori, invece l’economia italiana è florida e in pieno sviluppo.

Esportiamo di più.

Spendiamo di più (sia nelle piccole, che nelle grandi aziende -NO, non solo le grandi aziende come Amazon crescono, ma anche pochi piccoli imprenditori, come quelli che vediamo tra poco).

Risparmiamo di più.

In sostanza la famiglia media italiana ha più soldi in saccoccia, spende di più e può permettersi di spendere di più.

E non solo…

Perchè LE ECCELLENZE (non tutti i prodotti, SOLO le eccellenze italiane) sono bramate e desiderate in tutto il mondo, quanto e più di quelli di ogni altra nazione.

Ma quindi…

Se come fanno quasi tutti, stai per SBAGLAIRE se pensi di chiedere al commercialista di avere un esempio di business plan…

Sei scemo o sei solo vittima dell’euristica della maggioranza (ora ti spiego cos’è)???

Sicuramente (o quasi sicuramente) non sei per nulla scemo…

Semplicemente ti stai facendo fregare come la maggioranza dal commercialista, o dai classico modello del business plan

(anche se ormai dovrebbe essere evidente che è sbagliato)

Perchè anche tu sei probabilmente vittima dell’euristica della maggioranza.

Ma che cos’è l’euristica della maggioranza.?

L’euristica della maggioranza è un termine scientifico per definire un BIAS cognitivo.

Un errore di sistema che ti porta a credere che seguendo la maggioranza, hai più probabilità di avere successo e fare giusto…

Anche se le evidenze scientifiche, unite a fatti empirici della vita di tutti i giorni, ci dimostrano esattamente il contrario.

Se il buon senso non ti basta e hai bisogno di approfondire per convincerti che ti sto dicendo solo la pura verità…

Puoi approfondire leggedo i diversi studi che hanno validato la teoria dell’euristica della maggioranza, tra cui:

  • Tversky, A., & Kahneman, D. (1974). Judgment under uncertainty: Heuristics and biases. Science, 185(4157), 1124-1131.
  • Cialdini, R. B. (1984). Influence: The psychology of persuasion. New York: William Morrow & Company.
  • Bohm, L., & Gregory, M. (2004). The influence of majority opinion on individual judgments: A review and meta-analysis. European Journal of Social Psychology, 34(6), 815-829.
  • Chammah, A., & Moscovici, S. (1987). Consensus and persuasion: The social judgment-involvement model. In C. Hendrick (Ed.), Group processes: Review of personality and social psychology (Vol. 9, pp. 227-255). Newbury Park, CA: Sage.

A me personalmente basterebbe sapere che i classici business plan fanno chiudere oltre il 96% delle aziende prima del decimo anno 

-molte delle quali prima del terzo anno- 

Nonostante un’economia in piena crescita, per convincermi che devo fare qualcosa di diverso e che mi serve qualcuno che sappia dirmi che cos’è questo qualcosa di diverso…

Però, se tu sei particolarmente analitico e vuoi approfondire, prima di continuare con questo articolo, puoi farti un po’ di ricerca scientifica.

In questo caso ti consiglio di lasciare i tuoi dati in fondo alla pagina per evitare di perdere questo e i prossimi articoli.

Ed ora, cerchiamo di entrare più nello specifico e di capire anche

PERCHÈ il modello di business plan che usa il commercialista è completamente sbagliato e che cosa devi fare per aprire o fare crescere un’attività e portarla al successo?

Stiamo per entrare nel vivo di questo articolo e snocciolare la questione business plan in maniera molto estesa… 

Ma prima di farlo permettimi di farti una sintesi.

Se poi vorrai conoscere nel dettaglio ognuno dei dettagli del classico business plan (sbagliato) che usa il commercialista o il consulente di turno nel dettaglio…

Puoi continuare a leggere questa guida per evitare di fare gli errori tipici dei commercialisti e degli pseudo specialisti dei business plan online, nella redazione del tuo business plan.

Perciò, ecco la versione sintetica della struttura del business plan che fa chiudere più di 9 aziende su 10 prima del decimo anno (molte delle  quali prima del terzo anno):

    • Analisi di mercato: il commercialista o lo pseudo professionista che vende business plan online, non è in grado di fornire un’analisi di mercato approfondita, in quanto non è un esperto del settore in cui si opera.
    • Piano economico-finanziario: il commercialista o lo pseudo professionista che vende business plan online, può fornire un supporto tecnico, ma non è in grado di garantire la fattibilità del piano.
    • Piano marketing: il commercialista o lo pseudo professionista che vende business plan online, non è in grado di sviluppare un piano marketing efficace, in quanto non è un imprenditore e al massimo ha un’idea MOLTO vaga di come si apre un mercato e di come ci si espande all’interno dello stesso.
    • Piano operativo: il commercialista o lo pseudo professionista che vende business plan online, può fornire un supporto tecnico, ma non è in grado di garantire la realizzazione del piano.
    • Piano di crescita: il commercialista o lo pseudo professionista che vende business plan online, può fornire un supporto tecnico, ma non è in grado di garantire la realizzazione del piano.

Senza dimenticare che LA PRIMA cosa da tenere in considerazione quando si parla di aprire una  start up  -o di farne crescere una esistente– è sempre…

Chi sei TU e c’è la gente che BRAMA ardentemente di spendere soldi per avere quello che hai da offrire?

O il tuo business plan è cartaigenica ego-riferita che ti fa sognare in grande e ti riempie di orgoglio, ma è impossibile da realizzare?

Insomma…

C’è sta benedetta cara e vecchia folla affamata?

O…

Vuoi scrivere il business plan per scopiazzare le mode del momento e… sei in cerca “dell’idea geniale” che sembra sempre essere quella di qualcun altro?

Per piacere…

Spero PER TE che non sia anche tu l’ennesimo imprenditore o aspirante tale, che crede di poter avere successo prova a aprire fare cose come:

  • Aprire un franchising;
  • Aprire una lavanderia;
  • Aprire un ecommerce;
  • Aprire un bar;
  • Aprire un ristorante;
  • Aprire un negozio;
  • Aprire un business online;
  • Aprire una start up;
  • Aprire un negozio di sigarette elettroniche;
  • Ec, ecc, ecc…

Semplicemente perchè qualcuno ti ILLUDE di avere il business in scatola che funziona in ogni città e in ogni situazione, compresa la tua… 

E che ti basterà avere il suo modello di business plan pronto all’uso per avere successo?

Ti prego…

Non cadere anche tu in queste trappole.

Se vuoi avere un business plan che funziona e che sia realizzabile…

Devi ingoiare la pillola amara…

Non esiste in nessuna longitudine del mondo il business plan magico che fa funzionare un modello di business in tutte le città e in tutte le situazioni (compresa la tua).

Chi ti propone una cosa del genere ti sta fregando, come purtroppo fanno la maggioranza dei venditori di franchising, come ho dimostrato con prove e numeri forniti anche dalle stesse associazioni di categoria in questo articolo qui sul questo blog.

L’unica cosa che esiste…

È acquisire un minimo di sensibilità nell’ascoltare le persone e abbinarla agli strumenti che ci da la tecnologia…

Capire qual è la folla affamata che sta aspettando TE che ti svegli e decidi di fare qualcosa che serve davvero al mercato -e che il mercato vuole comprare-.

Finchè cerchi il prodotto, la strategia di marketing o il modello di business miracoloso, puoi solo spaccarti i denti e continuare a prendere dolorose bastonate, perchè i tuoi business plan non si concretizzeranno mai nella vita e nessuno di questi progetti vedrà la luce per come viene concepito.

I punti cardine sono sempre e solo questi 3 e prima di fare il business plan devi TESTARE il mercato basandoti su questi 3 pilastri inviolabili:

  • Chi diavolo sei tu;
  • Qual è la dannata folla affamata;
  • E in che modo puoi essere più UTILE e appetibile per la dannata folla affamata di riferimento.

Per farti un esempio…

Tra il 2014 e il 2018 ho avuto un ecommerce che aveva picchi da oltre 80.000€ al mese, quando ancora nessuno parlava di e commerce come puoi vedere dalla foto qui sotto…

Sull’ecommerce vendevo dolci tra gli 50€ e i 210€ al kg e ci riuscivo per ragioni ben diverse dal prodotto miracoloso…

Semplicemente mi rivolgevo a 2 folle affamate di persone:

  • La prima erano gli imprenditori che volevano vendere di più ai loro clienti, mettendo in regalo con i dolci dei materiali di marketing fatti su misura per loro da abbinare ai dolci (al posto di vendere servizi di marketing come le PESSIME agenzie di marketing, io li regalavo in abbinamento con dei dolci di alta pasticceria che avrebbero fatto sbavare e comprare di più ai loro clienti);
  • La seconda erano persone che seguivano un particolare regime alimentare senza farine, senza latticini e senza zucchera, che avevano il problema di non trovare il dei dolci fatti con ingredienti alternativi (quando ancora non c’era nulla di tutta l’offerta che c’è oggi).

Un po’ malincuore ho cessato quest’attività durante il covid anche se le vendite andavano bene, perchè ero stufo di fare il vigile urbano ai clienti e soprattutto ai miei 7 collaboratori. Ho dovuto decidere tra la salute mentale e il profitto…

Così ho deciso di trasferirmi all’estero salvaguardando la mia salute mentale.

In ogni caso, alcuni dei clienti più stretti continuano a pagarmi abbastanza bene per avere ancora le mie strategie di monetizzazione anche se non produco più io i regali che mandiamo ai clienti insieme alle loro offerte commerciali e ogni mese c’è qualche nuovo candidato che dimostra di essere ambizioso e qualificato per fare crescere la sua azienda – o per avviarne una con successo insieme a noi. 

Se pensi che la cosa ti possa interessare, puoi compilare un breve questionario qui sotto e se sei idoneo, ottenere un appuntamento conoscitivo gratuito. 

Tieni presente che accettiamo generalmente meno di 10 persone al mese per garantire un servizio impareggiabile e che non tutti i mesi accettiamo di fare nuove collaborazioni, per ciò se ti interessa, candidati qui adesso senza impegno.

Ed ora torniamo alla nostra cara e vecchia folla affamata…

A chi sei tu…

E a cosa hai da offrire di speciale a questa folla affamata.

Perchè arrivati a questo punto… 

Hai capito che devi avere qualcosa che è percepito come speciale da una folla affamata e che devi matchare con queste persone per scrivere un business plan vero?

Per farti un altro esempio di questo concetto chiave che i commercialisti e i professionisti dei business plan online la fuori -o hanno capito male o addirittura ignorano completamente- …

Vorrei prendere un altro esempio per te un’altro caso studio.

Emanuela, una nostra partner, lavora da 15 anni con i più grandi brand della moda come:

  • Armani;
  • Azimut;
  • Louis Vuitton;
  • Manchester United;
  • Chelsea;
  • Dior;
  • Eccc…

Per prima cosa…

Emanuela è italo francese, vive negli ambienti della Milano bene da quando era ragazzina, ha girato il mondo e parla 5 lingue.

Emanuela è una persona che va bene per il lusso?

Sì.

Se proviamo io e te ad entrare nel circolo chiuso degli ambienti di lusso e dei grandi brand, probabilmente ci danno una ditata negli occhi e ci rispediscono al mittente…

Quindi Emanuela può farlo ma io e probabilmente anche tu no.

Secondo punto.

C’è una folla affamata?

Per quanto il lusso sembri un ambiente chiuso…

In realtà ci sono poche persone che sono del livello di Emanuela e che hanno anche le capacità per offrire qualcosa di speciale per persone così volubili.

Tradotto: sembra che siano poche persone, ma in realtà sono tante in rapporto ai potenziali fornitori che hanno i numeri e le caratteristiche per servirli.

Punto 3.

Emanuela ha qualcosa che la sua folla affamata percepisce come unico e irresistibile?

Si.

Recentemente nei nostri briefing l’ho aiutata a capire che lei viene particolarmente apprezzata per la gestione dei fotoshooting e degli eventi calcistici, dove veniva già  pagata uno sproposito senza specializzarsi e ri-orientare il suo business plan su queste due sotto nicchie…

Immaginati quanto può essere “difficile” farsi dare ancora più soldi  da delle persone che già adesso fanno a gara per averla su questi due specifici servizi…

Una faticaccia… Io e Emanuela stiamo grondando di sudore…

Ah proposito…

Ho a disposizione una decina di copie del libro in carta ed ossa di Emanuela.

Se vuoi vedere i retroscena di oltre 15 anni di successi nel mondo del lusso + i segreti per fare aprire avere clienti che non vedono l’ora di darti tutti i loro soldi, costruendo eventi ed esperienze unici, che li mettono in modalità “shopping compulsivo” anche se vendi prodotti e servizi che costano un patrimonio…

Il libro NON si può più comprare.

Puoi averlo in regalo solo dopo che ti sei candidato per valutare di essere nostro partner e te lo spediamo solo dopo aver diagnosticato se la tua idea di business è buona – o dopo che ti abbiamo aiutato a trovarne una che sia degna di essere usata per scrivere un business plan che abbia le carte in regola per avere successo-.

Puoi provare a girare la ruota e vedere se hai i numeri per avere successo come imprenditore, compilando il questionario qui in basso.

Clicca QUI o continua a leggere.

Tornando al business plan

Se volessimo approfondire tutti i punti che il modello sbagliato di business plan tratta – e volessimo correggere ogni errore che trovi all’interno del classico esempio di business plan fatto male…

Indovina?

Dovremmo usare come il prezzemolo i 3 pilastri di cui abbiamo parlato in maniera estesa sopra…

E abbinarli all’uso della tecnologia per assicurarci di evitare i classici errori che fanno chiudere oltre il 96% delle aziende prima del decimo anno (molte delle quali prima del terzo anno) di attività.

In questo modo avremmo un business plan quasi infallibile e invertiremo l’ordine degli addendi.

Ossia…

Inserendo come il prezzemolo in ognuno di questi punti:

  • Analisi di mercato;
  • Piano economico-finanziario:;
  • Piano marketing;
  • Piano operativo;
  • Piano di crescita;

I 3 pilastri di cui abbiamo parlato sopra -e che i commercialisti e i “professionisti dei business plan online” hanno mal interpretato, o capito male- , ovvero:

  • Chi diavolo sei tu;
  • Qual è la folla affamata che puoi far godere come dei ricci con quello che hai da offrire;
  • E qual è il modo di offrire quello che hai da vendere con cui potresti essere percepito come speciale da queste persone;

Ti assicurerà un business plan che ti da +96% di probabilità di successo che inversamente proporzionale al tasso delle chiusure nei primi 10 anni di attività delle aziende italiane, che spesso chiudono addirittura prima del terzo anno.

Ovviamente…

Ora che hai letto questo articolo sei già avanti anni luce rispetto a qualsiasi conta fagioli di commercialista e rispetto a qualsiasi pseudo “esperto di business plan online” e questo dovrebbe aiutarti ad evitare fregature ed errori grossolani.

Tuttavia, devo confessarti che realizzare nella pratica le cose che ti ho appena spiegato…

Non è per nulla scontato o semplice come potrebbe pensare.

Noi ad esempio lavoriamo ALMENO in 2 o 3 persone su ogni progetto e abbiniamo la nostra esperienza di business internazionale a quella dei nostri partner americani, con più di 15 anni di esperienza e successi in diversi settori, alle più avanzate tecnologie che ci permettono di capire quello che le persone vogliono davvero

E di conseguenza qual è l’esatta folla affamata a cui dovresti rivolgerti.

Un lavoro scientifico che potresti anche provare da solo se sei al verde…

Ma che se hai due soldini, ti costerebbe un’infinità in più facendo da solo, rispetto all’investimento che potremmo chiederti noi

se trovi uno dei meno di 10 posti disponibili al mese libero e sei idoneo per trarre un reale beneficio dal nostro supporto-

Solo per il tempo risparmiato e per gli errori evitati

Generalmente risparmi almeno 10 volte i soldi che sprecheresti provando a farti il business plan e a fare crescere o avviare un’attività in proprio da solo.

(Parentesi: abbiamo le prove del reale risparmio di cui ti ho scritto sopra).

Senza impegno se vuoi completa adesso il breve questionario che trovi su questa pagina e blocca il tuo posto.

Per saperne di più sul nostro metodo, puoi ottenere una video presentazione gratuita più in basso inserendo i tuoi dati nel form.

Come sempre noi ci vediamo al prossimo articolo.

Un abbraccio

Andrew

L’Esperto di start up in bootstrapping numero 1 in Italia


Autore di:

Il Vangelo del Community Marketing

Che cavolo Apro

E alti

Asmatico leader dellla community Che Cavolo Apro (vieni a sbirciare qui su Facebook)

Ideatore del sistema di Community Marketing originale #1

“Architetto” dietro la creazione di C.Plan Atomico – la tua cassetta degli attrezzi fatta su misura per te, la tua città, il tuo settore e il tuo business, per fare esplodere il tuo conto corrente a causa degli eccessivi incassi

Inventore del Direttore Clienti – Il TUO dirigente semi-automatizzato per educare i TUOI clienti ad eseguire ordini e a comprare mettendosi sull’attenti ad ogni tuo comando