In questo articolo vediamo applicati nella pratica i 3 elementi fondamentali per lanciare un progetto e o, aprire un’attività di successo in qualsiasi settore, esaminando una critica fatta da Michelle Senville al lancio di Big Luca.

 

Se non sai chi siano o chi sia uno dei due…

Come aprire un'attività o lanciare un progetto, prendendo, prendendo spunto dal lancio epico di Big Luca con l'operazione Mangusta e le critiche di Michelle Senville.

Uno (Big Luca) è un imprenditore multimilionario che ha costruito un personaggio negli anni letteralmente magnetico, per chi vuole aprire un’attività per fare soldi davanti ad ogni cosa e sarebbe disposto anche a “vendersi la mamma”.

 

L’altro (Michelle Senville) è un free lance stra pagato -meritatamente- famoso per essere da sempre dietro le quinte di due delle persone più visibili nel mondo del marketing diretto italiano -e dei progetti che seguono le loro aziende-.

 

Sostanzialmente, dopo un lancio di portata epica da parte di Big Luca, Michelle fa un video reaction, dove critica l’operazione di marketing (in positivo e in negativo…).

 

Asserendo che, dal suo punto di vista, il lancio è buono per chi cerca idee e vuole aprire un’attività per raccogliere nel breve periodo, ma…

 

Devastante per la reputazione e dannoso per il medio lungo periodo.

Il prodotto venduto era un programma di affiliazione per vendere formazione ad alto budget, con gli stilemi simil network marketing.

 

Ebbene…

Quello che ha detto Michelle nella sua critica, se ci dimentichiamo di tenere in considerazione 3 cose importanti:
 
 
  • Il cliente target di Big Luca;
  • Il suo personaggio;
  • E soprattutto il contesto in cui opera…
 
 
Sarebbe anche giusto.
 
 
Se il target di Big Luca fossero persone etiche, imprenditori che vogliono cambiare il mondo e lasciare un segno nella storia, Michelle avrebbe ragione.
 
 
Se il suo personaggio (quello di Big Luca) fosse simil Elon Musk e volesse fare business per cambiare le sorti dell’umanità per 10 generazioni a venire, Michelle avrebbe ragione.
 
 
Se nel contesto in cui opera, lui non fosse il “capostipite” di chi vende formazione, informazioni e servizi di marketing, a persone che risuonano con il suo personaggio, Michelle avrebbe ragione.
 
 
Ma…
 

I lanci, i prodotti, i servizi, e l’apertura di nuove attività, nascono dopo il cliente e DOPO le categorie di mercato.

 
Okay…
 
 
Ho detto una cosa un po’ sottile e c’è chi potrebbe essere un “novizio” nel mondo dell’imprenditoria e del marketing diretto.
 
 
Perciò, se vuoi lanciare un progetto o aprire un’attività e sei nuovo nel magico mondo di Alice…
 
 
Permettimi di spiegarti cosa intendo spiegato semplice come un sorriso davanti al tuo piatto preferito.
 
Allora…
 
 
Purtroppo, la maggioranza delle attività italiane chiude nei primi 3 anni (o al massimo nei primi 5 anni), proprio perchè l’taliano medio è ignaro o è ignaro di aver frainteso che cosa sono le categorie di mercato
 
– e perchè ignora che questa è la prima cosa che dovesti fare e vuoi aprire una nuova attività o lanciare un nuovo progetto-.
 
Facciamo un esempio con le scarpe per capirci.
 
Un bel giorno l’essere umano si accorge che si stava sputtanando i piedi, camminando e cacciando a piedi scalzi…
 
Ed è così che viene creata una categoria di prodotti per risolvere “lo sputtanamento dei piedi”: la categoria delle scarpe.
 
Nel tempo gli esseri umani hanno nuovi problemi e nuovi desideri, così nascono delle sottocategorie della mamma categoria “scarpe”.
 
  • Categoria scarpe da ballo;
  • Categoria scarpe da passeggio;
  • Categoria scarpe da calcio;
  • Categoria scarpe da lavoro;
  • Ecc, ecc, ecc…
 
Hai capito come funziona?
 
Prima nasce un bisogno in una persona e SOLO DOPO nasce una categoria di mercato, che poi nel tempo tende a suddividersi per esaudire i nuovi desideri e risolvere i nuovi problemi, in maniera sempre più specifica.
 
20 anni fa c’era solo il marketing diretto, un tipo di marketing adatto per i piccoli imprenditori, perchè permette di prevedere un ritorno sull’investimento rapito, misurabile e correggibile.
 
Poi negli anni le cose sono cambiate.
 
Il marketing diretto si è suddiviso in diverse categorie che rispondono a diverse esigenze e…
 
Big Luca è IL  “prodotto personaggio” capostipite della categoria opportunity seekers che vogliono fare soldi davanti ad ogni cosa con il marketing diretto  nel contesto in cui opera, POSIZIONATO come antitesi dell’altro player principale nella categoria madre della categoria di Big Luca (il marketing diretto di scuola Kennedyana -di questo parleremo in un altro articolo-) 
 
 
Big Luca è un personaggio coerente con il tipo di lancio che ha fatto.
 
 
Big Luca ha clienti diversi dagli imprenditori “visionari”: lui da sempre si rivolge a chi vuole fare soldi e arricchirsi prima di tutto.
 
 
Chi matcha con lui, con questo lancio si fidelizza ancora di più al suo “Prodotto Personaggio”…
 
 
Mentre chi non era fidelizzato, tra le persone più in target con il suo personaggio, si fidelizza adesso.
 
 
Chi pensa al profitto davanti all’etica personale come lui e davanti a qualsiasi cosa, vuole essere guidato da uno così e…
 

Se vuoi capire come guadagnare soldi online aprendo un’azienda, spalanca le orecchie e metti gli occhi sui clienti del back end (i prodotti su cui fai più soldi) e impara come farli aumentare dal lancio di Big Luca.

Essì…
 
 
Se vuoi davvero avere un’azienda che ti permette di guadagnare soldi online e offline, devi assoltuamente imparare a creare un prodotto di front end (ossia un prodotto su cui guadagni poco e un cazzo, o su cui alcune volte puoi anche andare in perdita, se poi hai anche…
 
 
Il prodotto di back end che compreranno le persone dopo averti provato, facendoti fare un sacco di soldi con clienti (si spera) felici, come ha fatto Big Luca con il suo ultimo lancio, acquisendo acquirenti di cui una parte poi compreanno altri prodotti dalle sue agenzie su cui farà sicuramente un sacco di grana.
 
Ed esattamente come è successo con il lancio di un’altro suo prodotto/servizio che si chiama Crypto in Cascina
 
– lancio criticato da molti esattamente com sta succedendo ora –
 
anche se probabilmente avrà un drowdown, una perdita importante di seguito nel MEDIO periodo, sarà comunque solo da parte di persone che non rappresentano il vero zoccolo duro di fan del suo personaggio che negli anni si è costruito e continua a costruire.
 
 
Quelli appunto con questo lancio aumentano e gli battono le mani, perchè vogliono essere come lui, mettono i soldi davanti a tutto, mettendolo nella condizione di poter monetizzare LORO sui servizi delle varie agenzie.
 
 
Questo nella realtà molto probabilmente renderà estremamente profittevole nel complesso l’intera operazione, anche nel caso in cui dovesse effettivamente avere il suo fisiologico periodo di “scarico” e critiche di cui parla Michelle nel suo video di reaction, quando da questo prodotto/progetto appena lanciato, salteranno fuori le disgrazie giuste che ha menzionato sempre Michelle nel suo video.
 
(Gli ultimi che comprano il prodotto guadagneranno il NULLA COSMICO, contenuti più brutti di quelli erogati prima, ecc…)
 
 
Mentre se parliamo di lungo periodo, Big Luca non fa altro che rinforzare il suo posizionamento e il suo Personal Brand sul mercato, anche considerando che il player principale sul mercato (almeno a livello di percezione) schifa apertamente i networker, che sono nel grosso il target per cui è stato creato questo nuovo prodotto appena lanciato.
 
 
Perciò in definitiva si prende le fette di pubblico scartate da quella che è la sua antitesi (come dovresti fare anche tu se vuoi aprire un’attività o lanciare un progetto).
 
 
Perciò, visto che questo lancio ha portato un sacco di soldi a Big Luca… non fare il fagiano porca di quella misera e prendi carta e penna per imparare come si entra nel mercato da quello che nella nicchia del marketing diretto, è stato il lancio probabilmente più grosso -o tra i più grossi- fatti ad oggi in Italia.
 
 
In maniera discutibile, per carità, che nemmeno a me piace…
 
 
Ma dal punto di vista di marketing, c’è solo da imparare per tutti.
 
 
  • RAfforzamento del posizionamento;
  • Lancio che probabilmente avrà il ritorno più grosso o tra i più grossi mai visti nel mercato italiano;
  • Ampliamento delle liste;
  • Rimpolpamento dei clienti di back end;
  • E PR che forse finiranno tra un un paio di mesi.
 
 
Insomma…
 
 
Nel marketing è nella vendita, quello che conta più di tutto è:
 
 
  • A chi ti rivolgi;
  • Chi sei;
  • E il contesto in cui operi.
 
 
E ora che hai letto fino a cui e (si spera) tu abbia capito quali sono le 3 cose che contano davvero per aprire un’azienda che ti permette di guadagnare soldi online e offline, hai due scelte.
 
 
La prima è essere un vero fagiano spennacchiato e pensare di essere anche capace ad applicare perchè hai letto il mio articolo: in questo caso lasci questa pagina, chiami tuo cugggino che è esperto di social minchia cose e ti metti in piena notte con la fronte sudata, a provare ad aprire la tua nuova attività o a lanciare il tuo nuovo progetto da solo.
 
 
In questo caso, mi dispiace dirtelo…
Ma probabilmente finirai come le 9 persone su 10 che pensano basti vedere un film porno per essere capaci di fare l’amore… il tuo progetto sarà uno scola pasta e il tuo lancio affonderà quasi sicuramente come il Titanic.
 
 
La seconda?
 
 
Essere scaltro e astuto al punto da capire che se vuoi avere i muscoli, non basta quasi mai andare in palestra, ma anzi sei uno che capisce e apprezza il valore di un Personal Trainer. In tal caso caso clicca qui e scarica senza impegno la guida passo-passo per mettere in pratica sulla tua situazione le cose che hai appena letto. 
 
 
Scaricando la guida su questa pagina, se c’è ancora posto (ma non posso garantirtelo), avrai anche la possibilità di ottenere una prima consulenza gratuita con me o con una persona del mio staff. 
 
 
 
 
Non vedo l’ora di trovare la tua community target e trasformarla in soldi veri insieme a te nelle prossime 5 settimane
 

Andrew – Il Community Scout

Autore del Vangelo del Community Marketing

Ideatore del sistema di Community Marketing originale #1

“Architetto” dietro la creazione di C.Plan Atomico – la tua cassetta degli attrezzi fatta su misura per te, la tua città, il tuo settore e il tuo business, per fare esplodere il tuo conto corrente a causa degli eccessivi incassi

Inventore del Direttore Clienti – Il TUO dirigente semi-automatizzato per educare i TUOI clienti ad eseguire ordini e comprare le tue offerte